Molte persone, sentendomi parlare in inglese, spesso rimangono a bocca aperta. Un po’ perché parlo bene e cerco di nascondere, nei limiti del possibile, il mio bell’accento italiano, un po’ perché si ricordano di me come una capra che non riusciva a dire nemmeno una frase in inglese senza fare un errore.

Il liceo in effetti, per me è stato, da un punto di vista linguistico, abbastanza difficile. Ricordo che quando il professore mi interrogava, andavo praticamente in panico e spesso mi dovevo accontentare di un misero 5½ vivendo con la speranza che a fine anno il consiglio di classe me lo passasse a 6.

Mi sono sempre domandato quindi come migliorare la comprensione dell’inglese, anche perché di principio il problema era proprio questo: Io non capivo nemmeno cosa mi chiedevano.

Ricordo contrariamente un compagno di classe che per me era un mostro della linguistica inglese, faceva davvero paura! Questo ragazzo sosteneva però di non studiare mai e che tutto quello che sapeva, l’accento che utilizzava, le regole grammaticali che applicava e così via,  erano state apprese al di fuori della scuola.

Quindi la domanda persisteva. Come faceva? E soprattutto, come avrei mai potuto io migliorare il mio inglese?  La soluzione poi è arrivata, ed in effetti quel mio compagno di classe non aveva tutti i torti.

Continue reading ..

Cinque luoghi segreti di Londra.

Londra è una città stupenda ed innumerevoli sono i punti di interesse e di incontro che avvicinano persone di ogni età. Senza tener poi conto dei luoghi famosi, conosciuti in tutto il mondo. Eppure, come ogni città grande, ci sono dei posti poco conosciuti ma molto particolari. Ho selezionato per te cinque luoghi segreti di Londra e, di seguito, ne potrai assaporare il fascino.

Continue reading ..

Gli ospedali, il pronto soccorso ed i medici a Londra.

Mi chiamo Pietro, sono originario della provincia di Caserta e mi sono trasferito in Inghilterra, precisamente a Oxford, a marzo. Sono un grandissimo ipocondriaco, tuttavia soggetto spesso a problemi fisici reali che per fortuna fino alla mia partenza si erano rivelati non gravi. Conscio della mia propensione a dover avere “le spalle coperte” in termini di salute mi sono informato dai miei amici già sul posto circa la sanità in Inghilterra e i riscontri sono stati catastrofici.

sanità a Londra

I miei conterranei hanno fornito tutti lo stesso responso: l’obiettivo manifesto del sistema nazionale sanitario inglese è risparmiare denaro e non quello di curare i pazienti, questo significa che se hai un problema fisico nel 90% verrai rispedito a casa o con una diagnosi fatta ad intuito o senza una diagnosi ma con un “passerà”, il che è più un augurio che una previsione. Dai racconti emergeva che solo in casi in cui c’è un grosso sospetto di una patologia molto seria la macchina si mobilita con molta velocità, ma anche in quel caso i medici sembrano scarsamente preparati: un esempio è quello di una mia amica, andata a farsi visitare per un nodulo sospetto al seno, alla quale hanno fatto un prelievo bioptico sul momento e dato il risultato immediatamente senza neanche farla attendere un minuto, tuttavia dall’ecografia non vedevano dei noduli che lei sa benissimo di avere fin da quando era in Italia.

Mi sono state raccontate altre esperienze terribili da amici stretti (un caso di pleurite che i medici non volevano curare in nessun modo con antibiotici, i quali sono arrivati alla poveretta solo dall’Italia grazie a una connazionale che ha fatto da pusher, un altro caso di polmonite con sangue nell’espettorato bollato dai medici come un semplice sforzo per la tosse), ma per non ridurre il tutto a leggende metropolitane ho dovuto fare la prova da me.

La mia esperienza personale in Inghilterra è stata più o meno simile a quello che mi avevano prospettato: mi reco al pronto soccorso per un episodio di orticaria, aspetto 4 ore durante la notte per essere visitato (ci può stare) e ottengo una visita abbastanza scrupolosa dal medico di guardia che mi dà pure una scatola di antistaminico aggratis, dicendomi di chiedere espressamente al gp una visita allergologica.

Continue reading ..

Brighton è una cittadina costiera a circa 55 miglia da Londra. La vicinanza della stazione balneare alla capitale inglese ne ha fatto una celebre meta turistica. Londinesi e turisti durante le vacanze estive la visitano spesso per passare qualche giorno al mare o anche solo per una passeggiata sul lungomare della cittadina. Più avanti ti dirò come raggiungere Brighton, sia da Londra che dagli aeroporti circostanti. Continue reading ..

Andare a Londra in treno non è la più veloce ed a volte anche la più economica delle soluzioni. Chi però ha la fobia di prendere l’aereo, non può mica perdersi l’opportunità di non visitare una delle città più belle al mondo?
In questo articolo troverai tutte le soluzioni per arrivare dall’Italia a Londra.
Tra cambi di treno e tunnel sott’acqua, il viaggio e un po’ più  lungo del previsto, ma ne vale veramente la pena.

Continue reading ..

Per chi vuole cambiare vita trasferendosi nella capitale del Regno Unito spesso il denaro è un problema. Londra è, secondo un rapporto dell’Economist , la sesta città al mondo in cui la vita costa di più. C’è da considerare anche che mediamente gli stipendi degli abitanti londinesi sono più alti di quelli del resto d’Europa. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio quanto costa vivere a Londra!

Continue reading ..

Situato nell’omonimo sobborgo londinese, il Wembley Stadium è il secondo stadio più grande d’Europa. Inaugurato nel 2007, il Wembley Stadium contiene 90000 posti a sedere. In questo articolo troverai tutte le soluzioni sul come raggiungere Wembley Stadium, con tutti i mezzi di trasporto che la capitale inglese dispone.

Continue reading ..

Kensington Palace potrai ammirare una bellissima mostra su Lady Diana che celebra i 20 anni dalla sua scomparsa. Un racconto della vita della principessa più amata degli ultimi anni, con lo stile e l’eleganza che la caratterizzavano. Un evento imperdibile per tutti gli appassionati di moda e non, per ricordare nel migliore dei modi una delle principesse più amate della storia recente britannica.

 

Continue reading ..

Siamo grandi fan del MOD – la catena di pizzerie che arriva dagli USA e che è una sorta di mix tra Nando e Subway.
Quindi immaginate la nostra emozione quando abbiamo scoperto che oggi (31 maggio) danno PIZZE GRATIS a tutti!

L’offerta segna il primo compleanno nel Regno Unito di MOD e non potevamo quindi non allertare tutti voi amanti della pizza (E DELLO SCROCCO). 🤣

MOD ha un’unica sede e si trova a Leicester Square (chi non conosce questa famosa piazza?) e l’offerta è valida fino alle 08:00 di questa sera.

Appena arrivati potrete scegliere una qualsiasi pizza da 11 pollici.
Hanno inoltre 38 toppings davvero squisiti, quindi sbizzarritevi sulla scelta della pizza perfetta.

È possibile inoltre prendere sempre GRATUITAMENTE al posto della pizza, un’ insalata, ma se lo fate, vi suggeriamo di fermarvi un attimo, guardavi allo specchio, fare un lungo e lento respiro e riflettere sul perché siate arrivati a questo punto nella vita! 😂🤣

INDIRRIZZO: MOD è a 17-18 Irving Street, WC2H 7AU.

Gli hotel inglesi si differenziano molto da quelli italiani e, bisogna stare attenti a cosa si sceglie per non rimanere delusi. In Inghilterra ma non solo, bisogna effettuare e quindi saldare upfront il conto, senza nemmeno poter visionare la stanza. Gli hotel inglesi sono sporchi, scomodi e costosi ma, partendo informati talvolta il miracolo è possibile.
Continue reading ..