Per lavorare come avvocato in Inghilterra non è necessario conseguire una laurea in giurisprudenza nel Regno Unito. Il primo passo per entrare a far parte di uno studio legale britannico, infatti, prevede l’ essere in possesso di una laurea triennale di qualsiasi tipo conseguita in una qualsiasi università della Comunità Europea. Il secondo passo prevede l’ iscrizione al “Graduate Diploma in Law”  (GDL), un corso della durata di nove mesi (da gennaio a settembre o da settembre a giugno) che fornisce la basi del diritto inglese. A Londra le istituzioni più conosciute sono il College of Law e la BPP Law School.  Una volta conseguito il GDL, uno studente europeo si classifica a livello giuridico, nella stessa posizione di chi si è laureato in giurisprudenza in Inghilterra e può decidere se intraprendere la carriera di barrister o solicitor. barrister discutono i casi in tribunale mentre i solicitor preparano la causa insieme ai clienti e poi passano la documentazione ai barrister per la discussione. In ambedue i casi, per ottenere la qualifica è necessario seguire alcuni percorsi che cercheremo ora di descrivere.

Avvocato a Londra: l’iter da seguire.

Il solicitor

avvocato

Il solicitors son o coloro che preparano le cause in tribunale insieme ai clienti. La carriera di solicitor comincia con il Legal Practice Course (LPC), un corso di 9 mesi diviso in più prove, al termine del quale è possibile iniziare a lavorare per 2 anni come trainee solicitor. Alla decadenza dei 2 anni di praticantato si è avvocati a tutti gli effetti.

Il barrister

avvocato

La carriera come barrister comincia con il Bar Professional Training Course (BPTC) al termine del quale avviene il “call to the bar”, cerimonia che sancisce l’ingresso ufficiale nel mondo barrister. Gli studi legali inglesi o gli chamber di barristers, per chi riesca a farsi assumere prima o durante il GDL, finanzieranno le spese dei corsi di abilitazione e provvedendo anche ad uno stipendio mensile.

Convertire il titolo in Italia

Una volta conseguito il titolo di solicitor o barrister nel Regno Unito si ha la possibilità di convertire il titolo anche in Italia. Le strade possibili sono due:

1. Riconoscimento automatico (procedura di competenza dellOrdine degli Avvocati) regolato dalla Direttiva 98/5/CE (recepita con il d.lgs. 96/2000) à una volta conseguito il titolo in Inghilterra è possibile registrarsi come avvocato stabilito presso il proprio Consiglio dell’Ordine degli Avvocati. Trascorsi 3 anni dalla registrazione come avvocato stabilito si diventa automaticamente avvocato in Italia

2. Riconoscimento con esame (procedura di competenza del Ministero della Giustizia) regolato dalla Direttiva 2005/36/CE (recepita con il d.lgs. 206/2007) à una volta conseguito il titolo in Inghilterra si deve fare domanda di riconoscimento del titolo al Ministero della Giustizia il quale predisporrà un esame di conversione del titolo à Nel caso in cui l’aspirante avvocato oltre ad avere il titolo estero avesse anche terminato la pratica forense in Italia l’esame consisterà solamente in una prova scritta (atto giudiziario a scelta) ed una prova orale solamente su 2 materie.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: