Come sicuramente ben saprai la mia avventura è incominciata proprio a Leytonstone, un carinissimo quartiere che si trova nell’est di Londra.

Sinceramente, quando ero in Italia, mi ero informato abbastanza sulla zona di Leytonstone in quanto considerata una tra le più economiche della zona 3 insieme a Walthamstow, Leyton e Forest Gate.

Partire con un budget ristretto e con ben poche possibilità economiche non è proprio una passeggiata di salute ma alla data di oggi posso affermare che tutte le mie scelte sono state sicuramente un fattore determinante nella riuscita della mia avventura Oltremanica. Quindi ora ti spiego come il quartiere di Leytonstone ha influito positivamente nel primo periodo trascorso a Londra.

Leytonstone: Le mille facce di Londra.

Alloggiavo in una casa condivisa con altre 10 persone provenienti da tutto il mondo (due sorelle portoricane, qualche ceco, uno spagnolo, un francese e qualche italiano) e la mia stanza era davvero piccola. Figurati che toccavo entrambe le pareti con le mani. Ora che ci penso sembrava più un sarcofago che una stanza ma non importava…costava “poco” e a me andava bene così. Avevo un letto, una scrivania, un armadio e una velocissima connessione Wi-Fi. Insomma cercavo di vedere il lato positivo della situazione e ti dirò caro amico mio, con il senno di poi posso garantirti che la positività paga sempre…e quando dico sempre è sempre.

LeytonstoneIl quartiere era bello e prevalentemente residenziale. Hai presente quei quartieri dei telefilm con le villette a schiera con il tetto spiovente? Ecco, è esattamente così che il quartiere di Leytonstone si presenta agli occhi di un nuovo arrivato. Niente di quello che avevo letto su internet o sui forum mi sembrava avesse un reale riscontro con la realtà.

Su internet ho letto di tutto e molti utenti, ed ora posso dirlo con una certa maturità e serenità, fanno del vero e proprio terrorismo psicologico scoraggiando chi sta pensando di andare a vivere a Londra. Leggevo di un quartiere pericoloso, quasi di un Bronx all’americana dove mancavano solo i gangster e Vito Corleone.
Ovviamente tutto questo scenario apocalittico è lontano anni luce dalla realtà. Quindi se ti fai scoraggiare dal parere di persone frustrate che fanno sembrare un muretto di cinta come la Muraglia Cinese beh, poi non dire che ti avevo avvisato.

Appena arrivato a Leytonstone mi sono perso, anche perché sembra che le vie siano state fatte con lo stampino ma con il passare di qualche giorno e con l’aiuto di un’anima pia con quale feci amicizia, riusci ad orientarmi e a trovare tutto quello che mi serviva:

  • Supermercati a pochi passi da casa
  • Centri commerciali
  • Mercato ortofrutticolo
  • Parchi in cui rilassarsi
  • Pubs
  • Tube e Overground
  • Job Center Plus
  • Banche

Insomma c’è veramente di tutto e tutto è a portata di mano. Il quartiere è piuttosto piccolo e lo si percorre interamente a piedi in una trentina di minuti se ti sai ben orientare.
La stazione della Tube si chiama proprio come il quartiere “Leytonstone” ed è servita dalla Central Line (la linea rossa per intenderci), mentre la fermata della Overground si chiama “Midland road”.

Una cosa che mi ha compito particolarmente del quartiere di Leytonstone sono stati i negozietti che vendono Vintage. Non immagini quante cose io abbia trovato in quei tanti negozietti a prezzi quasi stracciati. Tuttora utilizzo a distanza di ormai 4 anni un set di casse per il PC con subwoofer, un vero affare. L’ho pagato solo 25£ e ti assicuro che quando metto la musica a palla quasi crolla il palazzo 😀

LeytonstoneUn’altra cosa che mi è particolarmente piaciuta è anche l’ottima connessione dei mezzi pubblici anche di notte che ti portano al centro della City.

La posizione tra l’altro mi è sempre sembrata perfetta. Leytonstone si trova a pochi minuti da Stratford e caro amico mio ora ti svelo un piccolo segreto: “Sapevi che il centro di Londra si sta spostando verso Est facendo così concentrare le attività economiche in quelle zone? Sapevi che a Stratford c’è il più grande centro commerciale d’Europa? Perché 1398-chinese-style-chicken6dovresti cercare lavoro nella City se a pochi passi hai il mondo intero?”

Ultima nota di merito va ai negozietti che vendono la Pizza o il Pollo Fritto. Credimi caro amico mio, spesso e volentieri questi negozietti ti “salveranno la vita” e ti regaleranno momenti di estrema goduria dopo una giornata di intenso lavoro.

TI LASCIO QUI DI SEGUITO UN VIDEO CHE SICURAMENTE TROVERAI UTILE. SPERO TI PIACCIA.

Commenta da Facebook
The following two tabs change content below.
Da molti é anche conosciuto come Nocciolino24 ed è un ragazzo napoletano che gira il mondo in cerca di un futuro migliore. Il suo video diario su YouTube ha aiutato molti aspiranti emigranti.

Leave a Reply