Durante gli ultimi anni di caos e confusione per i lavori intorno a St Gilles Circus, ovvero l’ incrocio fuori la stazione di Tottenham Court Road, è avvenuto qualcosa che probabilmente non avete notato, ma che sicuramente vi lascerà a bocca aperta.

La statua di Freddie Mercury che per oltre 12 anni ha sovrastato l’ingresso del teatro dominion e’ stata rimossa: ma dove è finita?

Sì, il leggendario  teatro Astoria (che ha ospitato i Rolling Stones ed i Nirvana) è stato demolito per consentire la costruzione di quella che sarà l’ Elizabeth Line. Ma, a meno che non abbiate vissuto in una galleria sotto terra, sicuramente eravate già a conoscenza della triste storia.

Quello di cui stiamo parlando è una perdita significante nella storia della musica…o almeno per chiunque ami la canzone Fat Bottomed Girls.

La statua di 6 metri di Freddie Mercury che si erigeva all’ ingresso del teatro Dominion è stata asportata. Così. Insieme all’ insegna dorata del musical We Will Rock You, che ha accolto non meno di 6 milioni di spettatori in 12 anni.

E’ accaduto velocemente dopo che è stato chiuso il sipario per l’ ultimo spettacolo nella primavera del 2014.

E ci manca ancora. Freddie aveva dei veri legami con quest’ area: a quanto pare, egli una volta appiccò il fuoco ad una cucina di un ristorante di Soho nelle vicinanze in una delle sue folli notti. Ed è stato proprio al Dominion che è apparso l’ ultima volta in pubblico nel 1990 ai Brit Awards.

statua

Un enorme, scintillante monumento al suo stupendo ed eclettico showman? E’ quello di cui si parla a Soho. Nel quartiere si aveva davvero il sentimento che quella statua potesse prendere vita e saltare giù dal piedistallo in ogni momento per un giro ad Old Compton Street.

Ma dove sarebbe finita la statua?

Qualche tempo fa, si ipotizzava che potesse essere spostata a Fourth Plinth, il municipio di Londra a Trafalgar Square, oppure all’ International Space Station.

In realtà oggi la statua si trova nel giardino di Roger Taylor. Ben Elton, lo scrittore di We Will Rock You, ha affermato che il batterista dei Queen l’ ha “rubata”  e che Brian May, il chitarrista dei Queen, non era molto compiaciuto (tanto per usare un eufemismo).

La statua sarà pure andata in un luogo che le si addice, ma ancora si avverte un grande senso di perdita a Londra, soprattutto in una parte della città dove si sono scritte pagine importanti della storia della musica.

Nothing’s forever – nulla è per sempre – come cantava lo stesso Freddie. E ora che il musical Bodyguard è al Dominion quest’ estate, potremmo magari sperare che ergano all’ ingresso del teatro una statua di Whitney Houston.  We’ll always love you too, Whitney.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: